Protezione Civile

Dettagli della notizia

In questa sezione sono disponibili le immagini in diretta della situazione meteo rilasciate dalla Protezione civile Nazionale ed elaborate dal servizio open source Rainviewer.

 

Data:

11 Aprile 2024

Tempo di lettura:

1 Min

 

Situazione meteo


Le immagini mostrano in diretta l'ultima situazione meteo rilasciata dalla Protezione civile nazionale ed elaborata dal servizio open source Rainviewer.

 

Per avere un quadro d'insieme, possono essere utili le rilevazioni a raggi infrarossi via satellite e la mappa di rilevamento fulmini. Il servizio è disponibile grazie a Meteociel. 

vista satellite vista fulmini

BOLLETTINI E AVVISI
Con Decreto del Presidente della Regione N. 156 del 30.12.2014, la Giunta Regionale ha dichiarato l’operatività del Centro Funzionale Regionale della Regione Sardegna, dando completa attuazione alle disposizioni della direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 febbraio 2004 “Indirizzi operativi per la gestione organizzativa e funzionale del sistema diallerta nazionale e regionale per il rischio idrogeologico e idraulico ai fini di protezione civile”.
Il Centro Funzionale Decentrato della Regione Sardegna è operativo dal 1 gennaio 2015.

RISCHIO IDROGEOLOGICO
Aggiornamenti da Sardegna Protezione Civile – centro funzionale decentrato
Avvisi di condizioni meteorologiche avverse
Avvisi di allerta per rischio idrogeologico
Come comportarsi in caso di alluvione
Misure di autoprotezione per rischio di alluvione

RISCHIO INCENDI
Aggiornamenti da Sardegna Protezione Civile – centro funzionale decentrato
Bollettini di previsione Pericolo Incendio
Prescrizioni regionali antincendio 2017- 2019

Come comportarsi in caso di incendio
Misure di autoprotezione in caso di incendio

Nel caso di allerta Arancio e Rossa, il sindaco attiva il Centro operativo Comunale (COC) che gestisce le emergenze nel territorio.

Centro Operativo Comunale
Palazzo Comunale – Piazza On. Giovanni Filigheddu

PROTEZIONE CIVILE NAZIONALE - MONITORAGGIO E SORVEGLIANZA
Centro Funzionale Centrale per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico
L’attivazione del Centro Funzionale Centrale è prevista dalla Direttiva del 27 febbraio 2004 che stabilisce gli “Indirizzi operativi per la gestione organizzativa e funzionale del sistema di allertamento nazionale, statale e regionale per il rischio idrogeologico ed idraulico ai fini di protezione civile”. Questa struttura si trova a Roma, presso la sede operativa del Dipartimento della Protezione Civile.

IL FUNZIONAMENTO DEI CENTRI DI ALLERTA
 Nella fase di monitoraggio e sorveglianza, il Centro Funzionale Centrale raccoglie i dati provenienti dai satelliti meteorologici, dalla rete radar nazionale e dalla rete di stazioni al suolo attuando, 24 ore su 24, un controllo integrato dei fenomeni meteo idrologici e della loro evoluzione su tutto il territorio in affiancamento ai centri funzionali decentrati.

 In questa fase è fondamentale anche l’informazione proveniente dai presidi territoriali, cioè le strutture che hanno il compito di osservare, monitorare e vigilare i fenomeni e la loro evoluzione sul territorio. Le informazioni e i dati così raccolti consentono al Centro funzionale centrale di tenere costantemente aggiornata la Sala Situazioni Italia e monitoraggio del territorio denominata Sistema.

 I principali strumenti di monitoraggio e sorveglianza utilizzati sono la rete radar nazionale e quella relativa alle stazioni meteoidropluviometriche. Il primo strumento è in grado di stimare la presenza e l'intensità delle precipitazioni nell’atmosfera quasi in tempo reale, ed osservare lo spostamento delle perturbazioni, mentre il secondo consente, ad esempio, di misurare la quantità delle precipitazioni cadute al suolo e la variazione del livello dei fiumi.

Il servizio di gestione della mappa radar mette a disposizione delle immagini che vengono aggiornate ad intervalli di 10 minuti e che offrono la possibilità di:

  • monitorare in tempo reale i fenomeni di precipitazione, individuandone l’intensità e lo stato fisico (pioggia, neve, grandine), attraverso lo studio delle caratteristiche di polarizzazione;

  • stimare la precipitazione su vaste aree geografiche, fornendo informazioni complementari ed integrabili con quelle derivanti dalla rete convenzionale di monitoraggio al suolo, al fine di fornire una più accurata ricostruzione dei campi di precipitazione;

  • stimare in tempo reale intensità e direzione media di spostamento di una perturbazione;

  • seguire l’evolversi di una perturbazione;

  • rendere più accurate le stime sulle precipitazioni, integrando i dati della rete radar con quelli del monitoraggio al suolo e con quelli delle osservazioni satellitari.

Per ulteriori informazioni consulta questo link

 

RICHIESTA DANNI PER CALAMITA' NATURALI - MODULISTICA
Sono disponibili i moduli da compilare e presentare al Comune in caso di danni subiti da privati al patrimonio edilizio, ai beni di proprietà registrati o a esercizi commerciali in occasione di calamità naturali.

A cura di

Servizio Ambiente

Piazza Onorevole Giovanni Filigheddu, 1 - 07021

T: +39 0789 849517

Email: segnalazione.rifiuti@comarzachena.it

Allegati

Ultimo aggiornamento

29 Maggio 2024

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri